Con WIR Trail Experience le salite sono meno faticose

On 5 dicembre 2017 by karenpozzi@hotmail.it

Inizia per WIR perchè loro, le Women in Run, sono le fondatrici insieme a me e Luca di questo progetto, perchè loro sono le maggiori partecipanti e perchè lo spirito è il loro, quello di vivere tutto divertendosi, con poca competizione e tanta voglia di passare una giornata insieme. Continua con “Trail experience” perchè sono appuntamenti pensati per avvicinare e appassionare le persone al mondo del trail running, quello che io e Luca amiamo, perchè viviamo vicino alle montagne, perchè preferiamo correre in mezzo alla natura e perchè quello che ti regala l’arrivo in vetta non ha paragoni!

Gli appuntamenti WIR Trail Experience si svolgono una volta al mese, Luca accompagna i partecipanti alla scoperta dei percorsi di montagna e io fin’ora avevo solo presenziato aspettando il gruppo su qualche parte del percorso. Ora, senza il pancione e con una bimba super brava che posso lasciare qualche ora alle nonne, posso iniziare a partecipare davvero.

Sabato è stato l’ultimo appuntamento del 2017. Siamo partiti dall’Alpe del Vicerè per raggiungere il Rifugio Riella con una deviazione per i più coraggiosi sul Monte Palanzone. Mi avrete spesso sentito parlare di questi posti perchè li frequento davvero molto spesso. Qui mi sono sempre allenata, qui faccio le mie camminate, qui ho portato Stella fin dal primo mese nel pancione, qui salgo in bici e qui faccio escursioni in notturna, qui vengo per trovare la neve e per trovare un pò di fresco in estate. Insomma, sono più qui che in città e mi sento come a casa!

Siamo partiti da lì, davanti c’è Luca e dietro i nostri papà che ad ogni evento si occupano di chiudere il gruppo. Io parto camminando, ma a un certo punto, vedendo tutti di corsa, non riesco a evitare di provarci e allora via…correndo! È la prima volta che corro dopo il parto (QUANDO RIPRENDERE A CORRERE DOPO IL PARTO?eppure, nonostante qualche piccolo pezzo di camminata, riesco a stare facilmente dietro al gruppo e sono felicissima. Un ritorno meno doloroso di quanto pensassi! Da mesi pensavo di ripartire dalla strada e che solo dopo essermi “rifatta il fiato” sarei potuta tornare in montagna e invece sono partita proprio da qui perchè in fin dei conti questo è il posto dove preferisco stare e fare sport. Sicuramente è la montagna a motivarmi ma questa volta più di tutto è il gruppo a portarmi e a portarci fin su. Il gruppo che ogni volta si crea in questi eventi, si vuole divertire e con sorrisi, battute e chiacchiere sembra più facile anche una salita.

A un certo punto devo però abbandonare il gruppo per tornare a prendere a casa Stella. É il giorno in cui l’avrei presentata a tutti per la prima volta e non posso certo arrivare tardi a pranzo! 🙂

Come sempre l’evento è un successo. Ora tornerò ad allenarmi per correre con tutti loro ai prossimi appunatemnti del 2018!

Shares