Qual è l’attrezzatura necessaria per fare trail running?

On 7 novembre 2017 by karenpozzi@hotmail.it

Settimana scorsa sono stata alla Trail Experience di Kalenji, il marchio di Decathlon specializzato nella corsa. Non sono ancora tornata a correre ma ho accettato di partecipare perchè come sapete amo il trail running e la corsa in montagna. Niente a che vedere con la corsa su strada, il trail running è una disciplina che permette di avere un contatto particolare e speciale con la natura e con se stessi, allontanandosi dalle proprie abitudini e luoghi comuni, e quindi evadere dalla propria routine, staccando la spina dal mondo comune, ma soprattutto il percorso è vario, ci sono salite e discese e non ci siannoia mai.

Questa disciplina prevede un’attrezzatura diversa da quella da strada, in primis per le scarpe che devono avere delle caratteristiche adatte al terreno sterrato. Bisogna considerare anche che si tratta di una corsa di resistenza che viene pratica in un regime e condizione di autosufficienza e semiautonomia. Per questo avrete visto che molti trail runner indossano uno zainetto contenente acqua, cibo e integratori oltre alla giacca a vento per proteggersi quando si arriva in cima.

Se prima il trail era la disciplina dell’amante della montagna, ora sempre più persone si sono appassionate e sempre più runner da strada si sono spostati su terreni sterrati e in montagna, ma a volte lo fanno utilizzando la stessa attrezzatura.  I prodotti di Kalenji per il trail hanno dei prezzi accessibili a tutti permettendo così a chi vuole iniziare di farlo nel modo più corretto e senza rischi. La qualità di questi prodotti li rende all’altezza anche dell’atleta più esigente. Infatti, ho portato con me Luca all’evento per fargli testare quanto presentato e mi ha dato un feedback più che positivo su tutto, dalle scarpe all’abbigliamento!

Di seguito trovate la lista del necessario per fare trail running e la proposta di Kalenji.

  • SCARPE DA TRAIL
    Diverse da quelle su strada che potrebbero invece rischiare di farvi cadere, scivolare e farvi male. Le scarpe da trail, hanno una suola che protegge di più per correre su un terreno poco regolare con facilità di incontrare sassi o pezzi di legno. Per lo stesso motivo viene rinforzato il puntale in modo da proteggere l’alluce, possono avere un collo più alto per evitare distorsioni vista l’irregolarità del terreno, hanno più grip per non scivolare su rocce, terreni fangosi o in discesa, non sempre sono suddivise per prontaori o neutri in quanto difficilmente si prona su un terreno disconnesso, spesso hanno una tomaia impermeabile per proteggere il piede da fango, pioggia e neve. Quando scelgo la scarpa da trail per me è fondamentale anche la sua capacità di ammortizzazione per proteggermi, soprattutto in discesa, dagli urti con il terreno.
    LA PROPOSTA DI KALENJI: Kiprun Trail MT Donna e Uomo. Il massimo del comfort e dell’ammortizzamento su terreni rocciosi grazie al concetto d’ammortizzamento K-Ring, che si presenta sotto forma di ciambella. I vantaggi sono: assorbimento dello shock, una forma circolare per disperdere le onde d’urto e un buco centrale per proteggere il tallone. La Kiprun trail #MT risponde a tutte le falcate grazie al concetto esclusivo K-only, che consiste in un inserto in Pebax® nella parte centrale della suola e uno spessore doppio nella zona del metatarso. I tasselli di 5mm assicurano una presa e un’aderenza su terreni duri e il puntale rinforzato protegge dagli urti con gli elementi naturali. La tasca sulla linguetta permette di riporre le stringhe, evitando che s’impiglino su rami e sterpaglie, che si slaccino e che si sporchino. 79,99€
  • ABBIGLIAMENTO
    Nel trail running, a differenza della strada, è molto utile l’abbigliamento impermeabile per non farsi trovare impreparati da una pioggia imporvvisa o dall’umidità tipica di montagna e risulta fondamentale la giacca o il gilet anti-vento. Correre in montagna significa percorrere una salita e arrivare in alto dove è necessario proteggersi dall’aria.
    LA PROPOSTA DI KALENJI: Per quanto riguarda i pantaloni e la maglia, la proposta di Kalenji si avvicina molto a quella della corsa su strada, ma sono impermeabili. Il gilet che indosso, si ripiega nella sua tasca all’interno della giacca, sulla schiena. Un largo elastico permette di tenere la giacca nella tasca e di portarla intorno alla mano. Possiede un taschino sul petto per poter mettere piccoli oggetti:chiavi,gel, una grande tasca sulla schiena con zip e scomparti, perfetta per mettere guanti, cappellino, manicotti e cellulare e ha il collo alto fino a sotto il mento, in tessuto morbido, per proteggerlo quando fa fresco. 19,99€
  • ZAINO O CINTURA
    Come vi dicevo, nel trail running, ci troviamo su percorsi immersi nella natura dove non ci sono molte fontanelle d’acqua e i rifugi non sono vicinissimi uno dall’altro. Per questo è importante portarsi con sè riserve idriche e del cibo in caso di cali di energia. Dal momento che si sta correndo però non può avere troppo carico quindi sono necessari zaini leggeri e aderenti al corpo che seguano tutti i movimenti. Le soluzioni sono i gilet con le tasche o le cinture.
    LA PROPOSTA DI KALENJI: Un gilet ideato per il runner per trasportare i vari accessori (antivento/pioggia, barrette, smartphone). La morbidezza delle flask permette di avere il comfort necessario per il running. 5 litri di volume ripartiti sulle tasche davanti e dietro. 2 tasche sul petto per flask fino a 500ml, 2 tasche laterali, 2 tasche dorsali. 24,99 €
    La cintura è ideata per il runner che vuole correre in completa libertà perchè aderisce molto bene al corpo e permette di portarsi con sè 2 borracce da 250ml e altri piccoli oggetti: telefono, chiavi, cibo…Adatta a tutte le corporature grazie alla cintura elastica e regolabile. 17,99 €
    Vi è anche una cintura pensata per le competizioni, leggera e regolabile, dotata di sistema di aggancio per il numero. Consente anche di trasportare i gel energetici. 4,99€
  • LUCE
    Se correte dopo il lavoro o nel tardo pomeriggio, nel bosco o sotto gli alberi diventa buio prima quindi è meglio portarsi con sè una luce.
    LA PROPOSTA DI KALENJI: La luce RUN LIGHT 250, un modello “aggiornato” del prodotto lanciato nel 2014. I suoi principali punti forti rispetto alla versione precedente sono il fascio luminoso orientabile in verticale per permettere di illuminare i piedi del runner perfino in discesa (anche per i trail più duri), una piccola “visiera” per proteggere il runner dall’abbagliamento del fascio luminoso sul davanti, l’autonomia della batteria ricaricabile prolungata del 25% (5,5 ore a 125 lumens /2,5 ore a 250 lumens) e il livello di carica è indicato all’accensione, dai led di segnalazione posti sulla batteria posteriore. Inoltre visibilità del runner è migliorata grazie a 3 LED lampeggianti sul corpo posteriore della batteria e alle fasce riflettenti che foderano le cinghie elastiche. 39,99€         
Shares