Pavimento pelvico: cos’è, possibili problemi e ruolo dell’osteopata.

On 23 ottobre 2017 by karenpozzi@hotmail.it

Molto spesso sentiamo parlare di pavimento pelvico, ma di che cosa si tratta? Questo termine sta ad indicare un gruppo di muscoli che hanno origine ed inserzione sulle porzioni anteriore, posteriore e laterale delle ossa pelviche e dell’osso sacro. Questi muscoli, come dice il termine stesso, creano un “pavimento” che supporta gli organi presenti nella pelvi: utero, vescica, prostata, retto e vagina.

A cosa serve questo “pavimento”?
Oltre alla funzione, che abbiamo citato sopra, di sostegno degli organi, la contrazione e il rilassamento coordinato di questi muscoli permette un controllo della minzione e dell’alvo, avendo diretti rapporti con vescica e retto.

Quali possono essere i problemi che possono interessare il pavimento pelvico?
Il pavimento pelvico può andare incontro a lesioni, disfunzioni oppure alla perdita del tono. Queste condizioni possono interessare sia il sesso maschile che quello femminile e quando si presentano possono portare a disturbi quali:
– Incontinenza urinaria
– dolore profondo nella zona pelvica o in area lombare, che può a volte irradiare agli arti inferiori.
– Dolore o perdita di sensibilità durante i rapporti sessuali.
Una delle cause più frequenti di disfunzione o lesione dei muscoli del pavimento pelvico è la gravidanza. In questo periodo, infatti, questi muscoli vengono sottoposti a distensioni e stress meccanici dovuti all’aumento di peso per la presenza del bambino. Questa condizione si traduce solitamente in una debolezza muscolare che si presenta durante e/o dopo il parto e può dare origine a uno o più dei sintomi sopra citati.

COME PREPARARE IL PAVIMENTO PELVICO AL PARTO?

COME ALLENARE IL PAVIMENTO PELVICO DOPO IL PARTO?

Come l’osteopata mi può aiutare a risolvere questi problemi e a migliorare la funzione del pavimento pelvico?

L’osteopata durante i suoi trattamenti ha come obiettivo quello di migliorare la funzione delle strutture che compongono il pavimento pelvico e delle strutture limitrofe, comprese articolazioni del cingolo pelvico, arti inferiori, rachide lombare, ecc., rendendo così migliore la forza di contrazione e l’elasticità dei muscoli e di conseguenza migliorando la loro risposta a stimoli sia interni che esterni. Tutto questo viene svolto nel corso di diverse sedute, che variano in numero a seconda dell’origine e della tipologia del problema. Vengono utilizzate manipolazioni dolci rivolte alle diverse strutture dell’apparato neuro muscolo scheletrico.
Durante ogni seduta, inoltre, vengono valutati i progressi e vengono dati consigli e indicazioni su come mantenere i risultati e migliorare ulteriormente in autonomia a casa.

Luca Arnaboldi
D.O. B.Sc (Hons) in Osteopathy U.K.

Nel 2008 Diploma di maturità presso il Liceo Enrico Fermi di Cantù. nel 2013 ha conseguito il Diploma di Osteopatia (D.O.) presso l’Accademia Italiana di Medicina Osteopatica e, nello stesso anno, ha conseguito il Bachelor of Science Honours Degree presso il BCOM (British College of Osteopathic Medicine) di Londra. Attualmente lavora come libero professionista presso studi privati in Cantù e Como dove, collaborando con diversi medici specialisti, ha approfondito una conoscenza e una predilezione nel trattamento osteopatico in gravidanza e in osteopatia pediatrica.

Telefono: 328.1517376

 

 

FONTE IMMAGINE: https://coloproctologiatorino.cuccomarinomd.com

Shares