Cellulite in gravidanza, ecco come tenerla sotto controllo!

On 11 luglio 2017 by karenpozzi@hotmail.it

Ormai sono al termine della mia gravidanza, ma non voglio smettere di fornire consigli a tutte quelle donne in dolce attesa che vogliono mantenersi in forma e prendersi cura del proprio corpo anche durante i nove mesi. Il tema di oggi è la cellulite. Dopo avervi parlato della prevenzione e dei rimedi a gambe e ai piedi gonfi, affrontiamo la ritenzione idrica/cellulite che può presentarsi durante la gravidanza.

Tra il sesto e l’ottavo mese è esplosa la fame, mi sono gonfiata e di conseguenza le mie gambe presentavano qualche inestetismo nonostante il costante esercizio fisico che svolgevo. Nell’ultimo mese invece sono riuscita in parte a combatterla e devo dire grazie alle mie abitudini di cui vi parlerò in questo articolo.

La cellulite, come le smagliature, dipende dalla predisposizione genetica, ma in gravidanza si aggiungono altri fattori come i kg che si accumulano, il peso del pancione che ostacola il ritorno venoso e linfatico provocando ristagni soprattutto a livello delle cosce; le variazioni ormonali e l’aumento di momenti di sedentarietà.

 

Quali sono i metodi per prevenire, tenere sotto controllo e curare la ritenzione idrica/cellulite in gravidanza?

  • Praticare attività fisica: come vi ho detto in tutti questi mesi, fare movimento è la soluzione a tante problematiche legate alla gravidanza come la lombalgia, le gambe gonfie, problemi circolatori e addirittura la cellulite. SCOPRI QUI COME FARE SPORT E QUALI SPORT PRATICARE!
  • evitare indumenti stretti che limitano il ritorno venoso, suggerisco invece le calze a compressione graduata che trovate in farmacia o quelle del marchio BV SPORT.
  • cercare di tenere sotto controllo l‘aumento del peso senza però limitarsi eccessivamente. Avere fame durante la gravidanza è normale e questa va assecondata anche se con qualche limite.
  • bere in abbondanza per aiutare a liberare gli spazi intercellulari dai liquidi ristagnanti
  • ridurre il più possibile il sale e i cibi salati,
  • aumentare invece il consumo di fibre, che favoriscono lo smaltimento delle scorie.
  • sottoporsi a sedute di massaggi linfodrenanti che aiutano a drenare i liquidi ‘intrappolati’ che verranno smaltiti attraverso il sistema linfatico
  • per quanto riguarda i prodotti da utilizzare consiglio l’Olio alla Betulla di Weleda da accostare al quotidiano utilizzo dell‘Olio 9 mesi per la prevenzione delle smagliature. L’Olio alla Betulla è 100% naturale e può essere utilizzato durante la gravidanza e tutto il periodo e anche successivamente al parto, a differenza di tutte quelle creme vietate in dolce attesa perchè contenenti ormoni tiroidei o iodio, che possono interferire con il metabolismo tiroideo.  È bene però sottolineare che durante la gravidanza Weleda fornisce precise indicazioni: l’Olio cellulite alla Betulla va applicato sulle gambe, dal basso verso l’alto; mentre su addome, fianchi, seno, braccia e glutei è meglio utilizzare l’Olio 9 mesi, in quanto appositamente formulato. La betulla non opera in modo passivo unicamente stimolando la diuresi, bensì agisce sull’organismo riequilibrando il sistema dei liquidi. Per un effetto duraturo si consiglia l’uso quotidiano regolare, mattina e sera. Applicato sulla pelle leggermente umida l’olio viene assorbito perfettamente, senza lasciare tracce. Io l’ho usato a partire dal settimo mese e devo dire che mi ha aiutato a limitare al massimo la ritenzione idrica.

SCOPRI DI PIU’ SUL SITO UFFICIALE DI WELEDA!

 

 

Shares