Camminare in acqua, il segreto per gambe e piedi sgonfi!

On 8 giugno 2017 by karenpozzi@hotmail.it

camminare in acqua6Finalmente in vacanza o dovrei dire in maternità, finalmente con i piedi nell’acqua un pò nel mare e un pò in piscina! La pancia inizia ad essere davvero davvero grossa e le gambe un pò troppo gonfie, avevo proprio bisogno di un pò di relax così ho scelto di passare una settimana al mare in compagnia di mia mamma per staccare, ma soprattutto per trovare beneficio dal clima, dalle camminate sul bagnasciuga e da qualche nuotata nella piscina dell’albergo o nel mare.

Camminare in riva al mare è una delle pratiche più consigliate in gravidanza, e non solo, come tutti gli sport in acqua del resto (I BENEFICI DELL’ACQUAGYM IN GRAVIDANZA). Basta indossare il costume da bagno e lo sforzo richiesto non è eccessivo, ma ovviamente bisogna scegliere le ore migliori, del primo mattino o del tardo pomeriggio, quando il sole scotta meno. La differenza la fanno la sabbia asciutta e quella bagnata. Quest’ultima è compatta e rende più facile camminare, quella asciutta invece richiede un pò più di sforzo per trovare l’equilibrio, un esercizio che però può rivelarsi molto utile per stimolare i propriocettori, le terminazioni nervose che inviano informazioni al sistema nervoso per il mantenimento della postura corretta anche quando la crescita del pancione sposta il baricentro in avanti e la mamma è costretta ad adattare la postura ai cambiamenti del corpo.

Inoltre camminare con i piedi immersi nell’acqua, richiede un pò più di fatica per reagire alla resistenza dell’acqua, ma il massaggio che si riceve dalle onde può essere molto benefico per la circolazione come lo è anche la sabbia che genera un massaggio plantare simile a una pressione che migliora il ritorno venoso. Avevo paura che quest’ultimo mese di gravidanza mi avrebbe causato dei piedi molto gonfi (COME PREVENIRE I PIEDI GONFI?) e invece fino a questo momento sono riuscita a prevenire e tenere sotto controllo la situazione con qualche massaggio, la crema Venadoron di Weleda, l’acquagym che pratico da gennaio e ora sicuramente grazie alle camminate di ogni mattina in acqua.

camminare in acqua 1

Importante, soprattutto in gravidanza, e agli ultimi mesi come nel mio caso, non esagerare con il ritmo, ma ascoltare il proprio corpo e se la stanchezza si fa sentire piuttosto buttatevi in acqua per una nuotatina abbandonandovi a movimenti leggeri e rilassanti che faranno bene anche al bambino!

Il costume che indosso è uno dei nuovi modelli di Tribord e lo trovate da Decathlon. Si tratta si un modello a fascia con un sostegno leggero per non darmi troppo fastidio sul pancione.

camminare in acqua

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Shares